Ad Menu

Sformato (o spread) di lenticchie e noci








Sformato o spread,  lo decidete voi ;)
Veggie Shop
Non posso negare di averli serviti entrambi, il primo come secondo e il secondo come antipasto (si, mi sono riletta e non correggo, il mio terribilissimo sense of humor sta godendo) spalmato su delle fette di pane casereccio tostato assieme ad altri dip, durante la stessa cena.
Lo so, è esattamente ciò che viene vivamente consigliato di evitare quando si hanno ospiti, ma se si tratta di un pasto informale e siete sicuri che lenticchie e noci siano entrambi graditi ai vostri invitati... beh, io vi consiglio di barare, servirete due portate nello stesso tempo che impieghereste a prepararne una.
Entrambe diversamente deliziose, la cottura ovviamente modifica i sapori e sicuramente verranno entrambi graditi. Forse, forse, qualcuno si renderà conto che avete barato, ma se servirete altri dip assieme gli antipasti probabilmente in molti non si accorgeranno di nulla.
E anche se ne accorgessero... veramente importa a qualcuno, seriously?
Ovvia, meglio una padrona di casa rilassata che diecimila pietanze diverse e voi sull'orlo di una crisi di nervi.



Sformato di lenticchie e noci

Potete trasformare questo sformato in una crema spalmabile semplicemente eliminando l'amido di mais ed evitando di cuocerlo. In questo caso servitelo a temperatura ambiente spalmato su dei crostini caldi.

Ingredienti per uno stampo da plumcake da 30 cm (6-8 porzioni):
  • 500 g di lenticchie tipo Castelluccio
  • 3 foglie di alloro
  • 250 g di porri, puliti
  • 250 g di noci sgusciate
  • 2 cucchiaini di timo secco
  • 1 cucchiaio colmo di senape a l'ancienne
  • 4 cucchiai di capperi sotto sale
  • 40 g di amido di mais
  • olio extravergine d'oliva
  • sale
  • pepe
Procedimento:
  1. Sciacquate i capperi per eliminare il sale e lasciateli in ammollo in acqua fresca finché non sarà ora di utilizzarli.
  2. Lessate le lenticchie in 700 ml d'acqua con l'alloro, per 30 minuti a fuoco basso e con il coperchio. Al termine l'acqua dovrebbe essere completamente assorbita e le lenticchie tenere, eventualmente scolatele dall'acqua in eccesso ed eliminate le foglie d'alloro.
  3. Nel frattempo tritate i porri e soffriggeteli in 2 cucchiai d'olio, quindi metteteli da parte.
  4. Portate il forno a 180º.
  5. Mettete nel frullatore le lenticchie, i porri, le noci, il timo, la senape, l'amido e la metà dei capperi, quindi tritate tutto fino ad ottenere un composto perfettamente omogeneo. Se avete un mixer poco potente frullate per prima cosa le noci, riducetele in farina e frullate gli altri ingredienti in più riprese, lavorando una piccola quantità per volta.
  6. Aggiungete i capperi rimanenti tritati finemente.
  7. Mescolate bene regolando sale e pepe.
  8. Trasferite il composto in uno stampo da plumcake da 30 cm foderato di carta forno e livellatelo.
  9. Coprite lo stampo con un foglio di alluminio, sigillandolo bene.
  10. Inserite lo stampo in uno più ampio e riempitelo di acqua bollente fino ad arrivare a circa metà altezza di quello che contiene lo sformato.
  11. Cuocetelo per 30/40 di minuti, quindi togliete il foglio di alluminio e lasciate raffreddare lo sformato per qualche minuto prima di rovesciarlo su un piatto da portata.
  12. Servitelo a fette guarnite con foglioline di timo fresco e un filo d'olio.




Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog. Lo puoi ricevere anche tramite mail!



34 commenti:

  1. Si, decisamente meglio una padrona di casa rilassata che diecimila pietanze diverse e voi sull'orlo di una crisi di nervi

    Avresti potuto trasformarlo anche in burger e eri a posto!
    ;-)

    ma che delizia è questa??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, la prossima volta ci penserò! :D

      Elimina
  2. Ho finito le lenticchieeeeeeeee!!! Ma le prenderò presto. :-)

    RispondiElimina
  3. Entrambi molto molto stuzzicanti!!
    Poi... 2 piccioni con una fava insomma non è da tutti.
    Mi strapiace

    RispondiElimina
  4. ciao! Ti leggo sempre ma ti scrivo poco ma i tuoi piatti sono sempre di grande ispirazione. Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roby, mi fa tanto piacere quando lasci il segno :)))

      Elimina
  5. sono incantata dalle foto....Alice, una domandina: posso mettere meno noci o sostituirle con cosa che non sia altra frutta secca???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fra, non mi viene in mente proprio nulla. Oltre che per il sapore servono per tenere insieme un po' il tutto, ma se le sostituissi in parte con -per dire- del pangrattato, dei fiocchi d'avena tritati o roba simile temo ti verrebbe un pastone.
      Forse dei fiocchi d'avena poco tritati? Comunque mi convincono poco.
      (peròòòòò, io lo so dove vai a parare! Si, c'è tanta frutta secca, ma con 'sta dose ti vengono fuori 15 fette di sformato da 2 cm di spessore, mica te le devi mangiare tutte te! :P)

      Elimina
  6. tu quanto mi conosci :-) ????

    RispondiElimina
  7. ma che bello, un'ottima alternativa al solito hamburger. Mi piace, devo provare. Noci a parte, purtroppo sono allergica. Proverò a sostituirle con dei semi di girasole o zucca, che dici?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conosco molto bene le allergie, direi zucca tra i due, mi sembrano più saporiti :)
      Arachidi no? Non vorrei dire una castroneria, ma forse essendo legumi a quelle non sei allergica :)

      Elimina
  8. Ciao ho provato alcune tue ricette di dolci e sono tutte perfette. Domani vorrei provare questo sformato salato ma come hai pesato le noci? Con o senza il guscio?
    Grazie!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza guscio! Aggiorno, così si capisce meglio :)

      Elimina
  9. Ma io vorrei una cena intera a lenticchie e noci...senza lamentarmi mai :-)

    RispondiElimina
  10. ogni giorno ne imparo una. Che gli arachidi appartenessero alle leguminose non lo sapevo. Purtroppo però non tollero nemmeno questi. che ci vuoi fare, porta pazienza! provo con la zucca e poi ti dico. grazie :)

    RispondiElimina
  11. Ciao, ho preparato e cotto tutti gli ingredienti ma mi piacerebbe farli monoporzione negli stampini tondi di alluminio, che ne pensi? In questo caso quanto dovrebbero cuocere? Che ne dici di 15/20 minuti? Aspetto il tuo parere e procedo. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova così, ma sicuramente più 20 minuti che 15. In realtà visto che gli ingredienti sono già cotti e che è legato con amido di mais anche se li cuoci un po' meno del necessario non succede nulla, e la prossima volta puoi sempre correggere il tiro :)

      Elimina
  12. per 250 gr di noci dovrò aspettare la fine della dieta, ahimé! mi consolo con la foto, davvero bellissima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se lo cuoci nello stampo da plumcake da 30 cm escono 15 fette da 2 cm=17 g scarsi di nocciole a fetta ;)
      E il resto si fa fuori tra Cinico e congelatore, regge bene!

      Elimina
  13. Io proverò entrambe le versioni adoro sia lenticchie che noci e le mangio quasi tutti i giorni. Anche il procedimento mi sembra semplice, e il risultato spettacolare!

    RispondiElimina
  14. Ciao alla fine non ho voluto rischiare e ho deciso di farlo nello stampo da plumcake. Dopo 40 minui ho controllato ma era molto morbido sulla superficie così ho tolto la carta alluminio il bagnomaria e ho lasciato cuocere altri 5/10 minuti. Ha fatto una leggera crosticina. E' piaciuto tantissimo a tutti, il sapore è fantastico, l'unica cosa è che l'interno risulta ancora un po' morbido (tipo pate') nella tua foto sembra più compatto! Come deve essere il risultato finale?
    E' piaciuto anche al mio bambino che ha voluto il bis e in genere è molto critico. Un successone!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Considera sempre che una volta raffreddato tende a rassodare quindi ci sta che dopo 40 minuti sia morbido, e qui la prova stecchino non vale :)
      In ogni caso dipende un po' dal forno, ma che resti leggermente morbido ci sta. Se preferisci puoi aumentare di 10 g l'amido e verrà un po' più solido, ma non andrei oltre o rischi di trovarti un mattonazzo ;)

      Elimina
  15. Tempo fa avevo provato a fare una cosa simile, ma seppure l'impasto fosse compatto, una volta cotto al taglio si sbriciolava :-( Ora seguirò la tua ricetta!
    Ne approfitto per chiederti una cosa (oh, che strano!): come mai hai scelto di cuocerlo a bagnomaria nel forno? Che scopo ha questo tipo di cottura?
    Grazie Alice ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo resta leggermente morbido e non si sbriciola :)
      Uso la cottura a bagnomaria perché è più delicata, il calore penetra in modo più uniforme e provoca meno sbalzi di temperatura. Di solito si usa nei dolci da forno (tipo panna cotta e creme caramel, ma anche nella cheese cake) a base di uova, ma trovo che funzioni bene anche con gli sformati vegetali anche se sono molto, molto meno delicati

      Elimina
  16. Brava Alice, in entrambi i casi, una squisitezza.
    grazie anche a tutti quelli che hanno lasciato commenti raccontando i loro esperimenti con questa ricetta.
    un bacio
    Roberta

    RispondiElimina
  17. Ciao, scusami se il commento non è attinente alla ricetta. E' che volevo segnalarti che cliccando su Stella di sale (nello spazio IMPERDIBILI) si apre la pagina http://teacher-in-a-box.it/. Ciao !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no, che scuse... grazie mille! Evidentemente in uno dei miei rimaneggiamenti avevo combinato un guaio, sei stato/a gentile ad avermelo fatto notare :)

      Elimina
  18. Sono vegana e adoro le ricette cosi, cioè che non contengano niente di provenienza animale. Con degli ingredienti cosi basta per avere la energia per tutta l'intera giornata. Ottima ricetta.

    RispondiElimina
  19. Ciao! Se utilizzo le lenticchie già cotte, mi sai indicare quante ne devo usare per la ricetta? Grazie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Grazia, perdona il ritardo!
      Indicativamente il doppio, quindi 1 kg/1,2 kg

      Elimina