Ad Menu

Zuppa di miso con shiitake, bok choy e lemongrass





Con questa ricetta credo di potermi davvero meritare il titolo di miss tempismo. Che insomma, sì, c'è appena stato il solstizio, è a tutti gli effetti arrivata l'estate e io pubblico ricette di zuppe. Non gazpacho, minestroni freddi (amo il minestrone freddo, zeppo di verdurine primaverili e estive e tanto, tanto, ma proprio tanto basilico) o zuppette-tiepidine-per-seratine-fresche, no: zuppa di miso, bella brodosa e da servirsi rigorosamente bollente. Miss tempismo, dicevamo, no?

Mi salvo solo grazie alla serata di ieri, particolarmente e fresca e decisamente ventosa: qui al quarto piano sembrava stesse per scoppiare il finimondo e perfino l'intrepida Agrimonia, che normalmente si fa un baffo di tuoni, fulmini e fuochi d'artificio, è andata a nascondersi sotto le lenzuola, spaventata dall'ululare del vento.
Devo dire che le ho fatto compagnia molto volentieri, rannicchiata sotto il plaid, guardando l'ultima serie di The following con la mia ciotolona di zuppa bollente: se c'è una cosa che non sopporto è il rimanere a finestre chiuse, e finché non si arriva ad avere temperature sotto i dieci gradi è difficile che riesca a convincermi a serrare le imposte.

C'è anche un'altra cosa che mi salva, probabilmente, ovvero che gran pochi di voi avranno a disposizione shiitake freschi, bok choy (chiamati anche pak choy) e lemongrass: in pratica non mi si filerà nessuno... ma pazienza: io vi lascio comunque la ricetta, magari tra voi c'è qualche intrepido frequentatore di mercatini etnici.
Un intrepido frequentatore di mercatini etnici infreddolito, per giunta.




Zuppa di miso con shiitake, bok choy e lemongrass 
Ho pesato tutti gli ingredienti, ma chiaramente le dosi sono indicative 
* Roberta mi ha insegnato che è possibile consumare anche il gambo degli shiitake freschi, cosa decisamente sconsigliabile con i funghi secchi perché l'essiccazione li fa diventare particolarmente duri e fibrosi.
** Io utilizzo un preparato per brodo fatto in casa, decisamente poco salato: meglio preparare un brodo molto leggero, potrai sempre aggiungere sale o miso alla fine. 
*** Io utilizzo il silk *firm* tofu, più solido del tofu seta che si trova di solito nei negozi di prodotti bio italiani. Se non lo trovi avrai bisogno di pressare il tuo tofu: avvolgilo con delicatezza in un tovagliolo (lavato senza utilizzare ammorbidenti o detersivi profumati), appoggialo su un piatto e pressalo con un peso (un pacco di pasta o una lattina di pelati saranno più che sufficienti) per almeno mezz’ora, in modo che possa espellere parte dell’acqua.

Ingredienti per 4 porzioni:
  • 100 g circa cipollotto, inclusa la parte verde
  • 80 g funghi shiitake freschi, inclusi i gambi *
  • 2 baby bok choy (circa 80 g)
  • 1 cucchiaio olio di sesamo
  • 1 spicchio aglio, tritato
  • 1 cucchiaino zenzero fresco, grattugiato
  • 800 g brodo vegetale bollente **
  • 1 stelo lemongrass
  • 5 cm alga kombu
  • 30 g carote, pelate e tagliate a julienne
  • 300 g tofu seta (silk tofu o kinugoshi tofu), meglio se del tipo firm ***
  • 1 cucchiaio circa miso scuro
Procedimento:
  1. Affetta finemente il cipollotto: ti serviranno sia la parte bianca che quella verde, separatamente.
  2. Taglia gli shiitake e i bok choy a fettine di mezzo cm e mettili da parte.
  3. Taglia il tofu a cubetti di uno o due cm di lato.
  4. Scalda l’olio di sesamo in una pentola sufficientemente capiente e soffriggi a fuoco vivace aglio, zenzero e la parte bianca dei cipollotti per una trentina di secondi.
  5. Aggiungi i funghi e i bok choy, quindi falli insaporire a fuoco vivace finché non saranno dorati, ricordandoti di mescolare con delicatezza.
  6. Aggiungi il brodo, lo stelo di lemongrass tagliato a metà per il lungo, l’alga kombu precedentemente sciacquata, le carote tagliate a julienne e il tofu.
  7. Fai sobbollire dolcemente per circa 5 minuti o finché le verdure saranno cotte ma ancora leggermente croccanti.
  8. Spegni il fuoco e preleva un bicchiere di liquido dalla pentola: usalo per sciogliere il miso, quindi riuniscilo al resto della zuppa.
  9. Elimina lo stelo di lemongrass, l’alga kombu (se preferisci puoi tagliarla a striscioline e aggiungerla alla zuppa) e aggiungi altro miso, se lo ritieni necessario.
  10. Servi la zuppa cospargendola con la parte verde dei cipollotti che avevi messo da parte.


Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog. Lo puoi ricevere anche tramite mail!