Ad Menu

Chili & Cornbread

Chili & Cornbread nella cocotte in ghisa Staub




Adoro, adoro, adoro questo chili: profumato, speziato e piccantino, che fa da contrappunto perfetto alla dolcezza del cornbread.

Lo so, fa caldo, ma io al forno non rinuncio! Né alle lunghe cotture... basta mettere sul fuoco, tappare la cucina ed andarsene in un'altra stanza, magari ricordandosi di andare a dare una mescolata di tanto in tanto.


Tra l'altro questo piatto è perfetto per quando si hanno ospiti a cena: il chili lo preparo il giorno prima in modo che il riposo faccia assestare i sapori.
Ci vuole pochissimo tempo per riscaldarlo, preparare il cornbread ed infornarlo al momento dell'arrivo degli ospiti.
Inoltre la mia fida cocotte in ghisa Staub fa una bellissima figura servita direttamente a tavola, basta spezzare la crosta dorata andando a rivelare il profumato contenuto e permettere che ogni commensale si serva da solo.
Un contorno fresco, nachos e salsine per accompagnare l'aperitivo e la cena è pronta senza troppi sbattimenti ;)



Chili & cornbread

I fiocchi di soia disidratati sono un ingrediente assolutamente facoltativo: mi piace sentirne la texture, ma non sono indispensabili.

È possibile sostituire il chile chipotle con del peperoncino a piacere, regolandolo secondo il proprio gusto.


Ingredienti per 6-8 porzioni:

  • 80 gr di olio di mais, o extravergine
  • 250 gr di cipolle tritate
  • 30 gr di aglio tritato
  • 50 gr di soia disidratata in fiocchi (facoltativo)
  • 100 gr di anacardi
  • 400 gr di peperoni rossi e verdi, pesati puliti e tagliati a cubetti
  • 1 cucchiaio di cumino macinato
  • 2 cucchiaini di chili chipotle in polvere (si può tranquillamente arrivare a 3 senza andare a fuoco ;)
  • 15 gr di cacao
  • 1 tazzina di caffè
  • 800 gr di pelati, con il loro liquido
  • 1 kg di fagioli tra cannellini, fagioli neri e fagioli all'occhio, già lessati
  • 1 pannocchia di mais (o mais in scatola, circa 150-200 gr)
  • sale
- Per il cornbread
  • 160 farina 0
  • 120 farina di mais fioretto
  • 15 lievito per dolci non aromatizzato
  • 20 zucchero
  • 5 gr di sale
  • 260 gr di latte di soia al naturale, non zuccherato
  • 10 gr di aceto bianco o di mele
  • 50 gr di olio di mais

Scaldare l'olio in una cocotte ovale da 29 cm. Aggiungere la cipolla e soffriggerla. Quando inizia ad ammorbidirsi aggiungere l'aglio tritato e proseguire la cottura.

Spostare il soffritto su un lato della cocotte. Spostare anche la cocotte in modo che il fuoco sia sotto la parte libera. Aggiungere i fiocchi di soia (non ammollati) e gli anacardi tritati grossolanamente, posizionandoli nella parte libera della cocotte. Farli dorare per qualche istante, mescolando. (Ovviamente è possibile tostare anacardi e fiocchi di soia in una pentola a parte, assieme ad un goccio d'olio)

Aggiungere i peperoni, far insaporire due minuti ed aggiungere cumino, chili, cacao e caffè; cuocere per 5 minuti, mescolando.

Spezzettare i pelati ed aggiungerli nella pentola assieme a un bicchiere d'acqua.

Quando il tutto comincia a sobbollire aggiungere fagioli.

Con un coltello da verdura staccare i chicchi di mais: è molto semplice asportarli dalla pannocchia facendo scorrere il coltello dalla base alla punta della pannocchia, tagliando i chicchi alla base.
Aggiungerli nella cocotte.

Regolare il sale, spostare la cocotte sul fuoco più piccolo che si ha a disposizione tenendolo al minimo e far sobbollire per un'ora e mezza/due o fino ad ottenere un chili bello denso.

Lasciarlo riposare, se possibile, per almeno una notte.

Rimettere la cocotte sul fuoco e riscaldare il chili, aggiungendo un goccio d'acqua se necessario.

Nel frattempo portare il forno a 220º e preparare il cornbread:

Mescolare il latte con l'aceto e farlo riposare 10 minuti. Aggiungere l'olio.
Setacciare le farine con il lievito, aggiungere zucchero e sale.
Versare la miscela di latte e olio sulle farine, amalgamando il tutto con un cucchiaio.

Distribuire l'impasto nella cocotte, direttamente sulla superficie del chili, tentando di distribuirlo il più uniformemente possibile.

Infornare e cuocere per 20 minuti o finché la superficie risulta dorata ed uno stecchino infilato nel mezzo esce pulito.
Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog. Lo puoi ricevere anche tramite mail!



13 commenti:

  1. Alice, io appoggio l'uso del forno anche in estate...quindi: w il forno e w questo chilli favoloso!!!

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia...quanto t vorrei come vicina di casa accidenti!!! Io purtroppo il forno ho il quasi divieto d usarlo...solo nel weekend perchè costa meno...e avendo 25 anni passati fidati..consuma parecchio ( non possiamo tenere accesso nulla d + della tv! )

    RispondiElimina
  3. Beh, non sarà un piatto propriamente estivo, ma rimane molto gustoso e come dici tu, adatto per quando si hanno ospiti. Ben riuscito!! ciao

    RispondiElimina
  4. Wow, io mi associo al commento della capa... a cena da te verrei molto molto volentieri ^.^
    Federica(79)

    RispondiElimina
  5. hai creato una meraviglia! per il forno dipende dalla quantità di caldo e di sopportazione! oggi a Roma c'è stato il diluvio universale e l'aria è decisamente più fresca! Inforno una torta!

    RispondiElimina
  6. IO ho messo a riposo il forno da un pezzo, sennò crepiamo in casa..Ma questa delizia me la segno per settembre in poi.Favolosa!

    RispondiElimina
  7. fa-vo-lo-so!

    ho detto tutto!!

    RispondiElimina
  8. Alice, lo ammetto, faccio parte delle dipendenti dal forno in ogni stagione dell'anno...e infatti continuo a fare pane e pizze come se nulla fosse, ho solo il problema del ragazzo che dice che mi denuncia per eccesso di caldo! hahahahaahahahah
    A parte questo, sai che mi sono innamorata di questo piatto????? Bello bello bello!! E poi servito nella pentola Staub,perfetto!

    RispondiElimina
  9. Hey this looks sooo good! But i can't read the instructions, has anyone got a way to translate/ English copy?
    Grazie

    RispondiElimina
  10. Alice, vorrei provare a fare questo chili usando i fiocchi di soia. Ne ho trovati un tipo, ma sono anche con il malto, andranno bene lo stesso o devo cercare quelli di sola soia? Non so se questi siano la versione dolce per la colazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che sono quelli da mettere nei cereali... il problema è che quelli che intendo io in italia non hanno un nome che io sappia, sulla confezione c'è scritto solo "fiocchi di soia" ma non sono fatti come, chennesò, i fiocchi di mais quelli da cornflakes.
      In francia ad esempio lo chiamano TVP, dovrebbe essere soia destrutturata. E' quella roba secca che si usa per fare lo spezzatino di soia o il ragu di soia (anche se usati per quello fanno schifo, sono quasi insapori).
      Io li uso solo ed esclusivamente per questa ricetta proprio perché non sanno di nulla, il loro unico contributo è quello di far trovare questi pezzettini tra un legume e l'altro, tra l'altro come ben sai la quantità sul totale è veramente minuscola e li metto perché mi piace la consistenza.
      Immagino che vorrai provare a cambiare perché hai qualche invitato vegetariano, ma se non li trovi io ti consiglierei piuttosto di non metterli... anche perché -almeno qui- le confezioni sono grandine, poi che te ne fai di quello che ti avanza? :)

      Elimina
  11. Fatto! In realtà l'avevo fatto più volte ma senza il cornbread... Oggi ho aggiunto anche quella parte e ti dirò, sono commossa! Il sapore, la consistenza... L'aspetto! Fra 11 minuti arrivano i miei ospiti.... Sarà un successo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero sia piaciuta anche ai tuoi commensali, di solito fa furore :)

      Elimina