Ad Menu

Ragú di lenticchie di montagna

Ragú di lenticchie




Lo so che ormai siamo in primavera, ma le serate sono ancora belle freddine e trovo ancora molto confortante avere una bella cocotte sul fuoco che pippia piano piano ;)

Come potete vedere il mio ragú parte da lenticchie secche, primo perché così si sporca meno e io, si sa, sono pigrissima, sia perché trovo che le lenticchie in questo modo assorbano tutti i profumi diventando un tutt'uno con il soffritto e la salsa, sia perché così può cuocere lentamente e a lungo, guadagnando tantissimo in sapore.

Solo due appunti: io ovviamente ho usato una cocotte da 22 cm di Staub, e questo può fare la differenza.
L'acqua infatti è calibrata giusta giusta, visto che il coperchio delle cocotte Staub presenta una particolare conformazione che permette al vapore sprigionato in cottura di ricadere "a pioggia" sulla pietanza. Inoltre, grazie alla sua pesantezza, evita dispersioni di vapori e profumi.
Senza contare il bel risparmio energetico, visto che tutta la cottura la effettuo sul fornello più piccolo (quello "da caffé", per intenderci) tenuto al minimo. Tenetene conto :))



Ragú di
lenticchie di montagna


Ingredienti:
  • 20 gr di porcini secchi
  • 1 bella cipolla
  • 1 piccola carota
  • 1 piccola costa di sedano
  • 50 gr di olio evo
  • 250 gr di lenticchie di montagna
  • vino rosso
  • 500 gr di passata di pomodoro
  • sale
  • pepe

Mettere in ammollo i porcini in acqua tiepida per 20 minuti.

Nel frattempo pelare cipolla e carota e pulire il sedano, quindi tagliarli a brunoise. Tritare anche i funghi.

Scaldare l'olio in una cocotte da 22 cm di diametro.
Aggiungere le verdure, spolverarle con un pizzico di sale e mescolare per intriderle bene d'olio.
A questo punto mettere il coperchio e spostare la cocotte sul fuoco più piccolo che avete a disposizione (io uso quello piccino da caffè, tenuto al minimo) e lasciar soffriggere a lungo e lentamente, finché le verdure diventano morbidissime e traslucide.

Spostare la cocotte su un fuoco più grande ed aggiungere le lenticchie secche.
Lasciarle insaporire qualche istante, quindi sfumare con circa 1/2 bicchiere di vino rosso.
Lasciarlo evaporare ed aggiungere la passata di pomodoro e 600 gr di acqua bollente.

Far riprendere il bollore quindi mettere il coperchio e spostare nuovamente la cocotte sul fuoco più basso.

Lasciar sobbollire a fuoco lento per due ore e mezza, ricordando di mescolare di tanto in tanto, finché le lenticchie sono ben cotte.
Dopo un'ora e mezza circa salare e pepare.

Una giornata di riposo giova al sapore, ma è possibile usarlo subito per condire un bel piatto di pasta, farcire dei cannelloni o preparare delle lasagne al forno.


Visualizza la versione stampabile della ricetta  

Altre ricette con le lenticchie su KBK:
Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog. Lo puoi ricevere anche tramite mail!



26 commenti:

  1. wow.... posso dire solo wow....
    a parte che amo le lenticchie, quindi già sfondi una porta aperta..... ma l'aria di buono che trasmette la fotina.
    ci siam capite vero?
    besitos!

    RispondiElimina
  2. buono buono questo ragù! mi piace passare da qui e trovare spunti per la mia "nuova" alimentazione!:)
    baci!

    RispondiElimina
  3. Oggi pomeriggio sono a casa, ho tutto il tempo per prepararle, la foto mette una fame...!!! Bacione!

    RispondiElimina
  4. buonissimo, spettacolare, lo voglio provare assolutamente...

    RispondiElimina
  5. sembra davvero una squisitezza! da provare! bacioni!

    RispondiElimina
  6. uff...ma non si descrivono così le cose: io non posso comprare altre pentole o a casa mi uccidono, lo sai????? belle le lenticchie!

    RispondiElimina
  7. hai ragione qui fà ancor freddo! splendida idea aggiungere i porchini te la copio all'istante non sapevo che fare per cena :-) ciao Ely

    RispondiElimina
  8. ho fatto i fagioli,ma adesso ho invidia delle tue lenticchie!!!!!!

    RispondiElimina
  9. Ciao e piacere di conoscerti!! mi piace molto il tuo blog e continuerò a seguirti.
    In merito alla zuppa di lenticchie mi trovi così d'accordo che anche io qualche giorno fa ne ho postata una.
    http://www.cookingplanner.it/2011/02/una-ricetta-per-il-santa-lucia/
    Se ti va passa a trovarmi.
    ciao ciao Silvia

    RispondiElimina
  10. se mi presento a casa tua con una fettona di pane casereccio, posso tuffarla nella cocotte???? viva i primi tepori primaverili ma ad una delizia simile come si fa a resistere!!!

    RispondiElimina
  11. la foto è così bella, ed il ragù così invitante che pare di sentire aromi e profumi nell'aria di casa, grazie per la ricetta! Una domanda da neofita, cos'è l'olio evo? Che caratteristiche ha?

    RispondiElimina
  12. Questa mattina mi sono alzata presto per preparare questo ragù, ora non vedo l'ora di uscire dal lavoro per gustarmelo, in verità anche alle 8 era ottimo, ma chissà alle 20 con il giusto riposo...
    Grazie della ricetta, Sara

    RispondiElimina
  13. Ed io che mi sentivo orgogliosa di avere un ragù già fatto per la cena di stasera. Il tuo lo batte a piene mani, nonostante il mio sia stato arricchito con Lambrusco.
    Brava.

    RispondiElimina
  14. questa è sicuramente da segnare.
    :)
    B.

    RispondiElimina
  15. Questa ricetta ha tutte le caratteristiche per diventare una delle mie preferite :-)
    La rifarò stasera (contando sull'abbassamento di temperature che c'è stato!), cotta nel coccio vicino al camino!

    RispondiElimina
  16. Buono e saporito questo ragù! Proprio una bella ricetta!

    RispondiElimina
  17. Grazie a tutti!

    @Babi, questa volta ti do ragione, piace moltissimissimo pure a me :)

    @Rebecca, me felice :D

    @Orione, un bacione a te!

    @Caris, un bel coccio va bene uguale no? ;)

    @Roberta, perdono... si tratta semplicemente di olio ExtraVergine d'Oliva, nella fretta non mi sono accorta di aver usato la sigla ;)

    @Sara, grazie a te per averla provata :D

    @Dora, fammi sapere... nel coccio sul camino deve venire fantastico!

    RispondiElimina
  18. Altro che condirci la pasta, io me lo mangerei a cucchiaiate! ahahah

    RispondiElimina
  19. Ne viene a sufficienza pure per quello, tranquilla! ;)

    RispondiElimina
  20. Fatta, come promesso! Una favola...con quel lieve gusto affumicato. Avrei potuto finirla semplicemente con un filone di pane!

    RispondiElimina
  21. Eccicredo che era buona... non so, secondo me sul camino vien buono tutto :))

    RispondiElimina
  22. Ciao, sono nuova sul tuo sito ma questa ricetta mi ha davvero conquistata! Complimenti! Mi affretterò a farla prima che venga troppo caldo.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  23. Ciao Spirulina, fammi sapere eh? :)

    RispondiElimina
  24. fai fare l'ammollo alle lenticchie giusto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Ciao Giulia! No, vanno aggiunte secche. Si idratano durante la cottura, insaporendosi per bene.

      Elimina