Ad Menu

Sformatini ai porri e nocciole con crema di zucca allo zenzero

Sformatini ai porri e nocciole con crema di zucca
Purtroppo non sono riuscita a fotografare praticamente nulla di cio' che ho preparato per il pranzo di Natale: come al solito quando devo cucinare 'a comando' o se ho invitati vado nel panico, arrivo in ritardo sull'orario previsto e concio la cucina come un campo di battaglia... stranamente mi accade ogni volta, nonostante abbia lavorato in cucina per 4 anni e riuscissi a gestire agevolmente una quarantina di persone con ordini alla carta.
Sara' stata la cucina piu' spaziosa e organizzata o il fatto che comunque non dovevo badare ai gusti delle persone, ognuno ordinava cio' che gli pareva e finita li'... in casa invece hai l'ospite a cui non piace quello, quello a cui non piace l'altro, oddio, ma non e' che questo piatto sara' troppo particolare per i gusti di Tizio?
Tornando a noi, vi lascio intanto cosa ho portato per il pranzo a casa degli zii di MrD, poi ripetero', fotografero', postero' (e magnero'). Il primo e' stato portato dalla suocera, uno stre-pi-to-so pasticcio ai funghi e tofu, i secondi invece sono stati:
-Polpette di lenticchie rosse e quinoa, prese da qui anche se ho modificato il procedimento rendendole molto poco fat-free ;)
-Sformato di ceci e porri al profumo di cumino
-Polpettine speziate al tofu e funghi
Per dolce, il panettone bugiardo di Roberto Potito e, da servire con il caffe', dei tartufini alla marronata, cioccolato e cocco.
Oggi invece vi suggerirei una ricettina per il cenone di domani, se non avete ancora deciso cosa preparare come antipasto questo fa la sua porca figura :)

Prima due parole sul tofu: nemmeno a me piaceva, poi ho assaggiato quello 'giusto' e mi sono ricreduta parecchio... cerco di sceglierlo dall'aspetto, tendenzialmente se granuloso e' piu' buono. Assolutamente non mi piacciono quelli paccosi, dall'impasto finisssimo, gommosetti e duri (si, parlo della Valsoia).
Tra quelli che ho assaggiato quello della Sunsoyfood al naturale e' quello che preferisco in assoluto, ma la distribuzione dei prodotti bio varia molto da citta' a citta' quindi non so se sia facilmente reperibile o meno.
Altrimenti c'e' sempre la possibilita' di prepararlo in casa, ma non sempre c'e' il tempo (e la voglia :).


Aggiornamento del 7 novembre 2012: con questa ricetta partecipo a Salutiamoci di novembre, ospitato da La via macrobiotica.



Sformatini ai porri e nocciole con crema di zucca allo zenzero

Ingredienti per 4 porzioni*:
  • 300 gr di tofu
  • 2 porri
  • 200 gr di zucca mantovana
  • 25 gr di nocciole tostate
  • uno o due cucchiai di pangrattato
  • un pezzo di zenzero fresco di circa 3 cm x 1,5 cm
  • 2 foglie di alloro
  • circa 50 gr di latte di soia non aromatizzato
  • prezzemolo
  • olio evo
  • sale

Procedimento:
Tritare grossolanamente i porri tenendoda parte qualche filetto ricavato dalla parte centrale -la piu' tenera- per decorare.
Tagliare la zucca a fettine di 1/2 cm di spessore.Prendere un foglio di alluminio e distribuirvi sopra i porri, la zucca, l'alloro e condire con olio e sale. Fare un cartoccio e cuocerlo per 30/40 minuti in forno a 200 gradi; e' pronto quando la zucca e' facilmente sforacchiabile, a questo punto eliminare l'alloro e separare le due verdure.

Schiacciare per bene il tofu con una forchetta, aggiungervi i porri, le nocciole ridotte a granella fine e il pangrattato. Riempire con questo composto degli stampini monoporzione leggermente unti ed infornare a 200 gradi per 15/20 minuti.

Frullare la zucca con lo zenzero e tanto latte quando basta per ottenere una crema leggermente fluida, quindi scaldarla.

Sformare gli sformati (ussignur che gioco di parole urendo), guarnirli con la crema di zucca, prezzemolo, qualche filetto di porro e servire.


*4 porzioni se servito come antipasto, 2 se servito come secondo

Ricetta elaborata dalla rivista Cucina Naturale, novembre 2008
Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog. Lo puoi ricevere anche tramite mail!



12 commenti:

  1. Tanti auguri di buon anno anche a te !!!!!!

    RispondiElimina
  2. bellissimo questo piatto, bellissimo il tuo blog!
    Tantissimi auguri a te!

    RispondiElimina
  3. Che il tuo 2009 sia meraviglioso:))))
    Auguri!

    RispondiElimina
  4. a me il porro piace .. e così è proprio da provare

    RispondiElimina
  5. Complimenti, scopro ora questo bel blog attraverso le tue foto su Flickr. Ti ho lasciato un invito ad un gruppo ... se ti và di essere dei nostri mi farebbe davvero piacere. Ci sono anche dei contest aperti ai quali potresti partecipare. Sono delle gare a tema. Trovi tutte le indicazioni nella pagina del gruppo... ti lascio il link

    http://www.flickr.com/groups/627464@N25/

    RispondiElimina
  6. Grazie a tutti per gli auguri... Cipollina, arrivooooo!!!

    RispondiElimina
  7. ma che gran bel piatto raffinato e gustoso, come mi piace la tua cucina

    RispondiElimina
  8. Gunther, sei troppo buono :)

    RispondiElimina
  9. Che buono questo devo provarlo assolutamente!
    Auguri

    RispondiElimina
  10. è davvero una bellissima ricetta, complimenti :-) un abbraccione

    RispondiElimina
  11. Cioè, scusa... famme capì n'attimino... tu hai una suocera che ti cucina il pasticcio tofu e funghi?
    Non è che il prossimo natale, o qualsiasi altra festa comandata, aggiungete un posto a tavola?

    (la mia mi fa arrivare a casa le sarde a beccafico e la pasta al forno sicula.)

    RispondiElimina
  12. Eh si! Ti giuro che ha sorpreso anche me, viste le sue tirate sul fatto che siamo dei pazzi fuori di testa... il fatto che si impegni molto nonostante non capisca l'essere semplicemente vegetariani (figuriamoci vegani) è veramente una gran cosa :)

    RispondiElimina