Ad Menu

Sbrisolona all'olio e farina di riso

Sbrisolona all'olio e farina di riso




Svelato il mistero, il mio portatorte conteneva una... super sbrisolona ^_^
Super perché perfetta, e posso dirlo senza peccare d'immodestia visto che la ricetta proviene dal Maestro: non si tratta della ricetta pubblicata su Golosi di salute ma proviene da qui.
Mi ci sono imbattuta tempo fa mentre stavo cercando informazioni su Burrolì, un burro vegetale a base di burro di cacao, olio extravergine ed olio di riso studiato da Montersino e Ciriaci e dedicato agli intolleranti ai latticini.
Ovvimente l'ho poi comprato, provato ed approvato, ma... beh, l'abitudine ad usare quasi solamente olio in cucina è talmente radicata che me lo fa ancora avvertire come un ingrediente estraneo. Inoltre so bene che non è facile procurarselo (balle, si trova online su Tibiona... un click e via! Ma io ho ancora un sacco di scorte da smaltire prima di poter fare un altro ordine), e quando posso preferisco utilizzare ingredienti di più facile reperibilità.
Per questo ho osato modificare una ricetta del Maestro (sia per il tipo di grasso che per una piccola riduzione alla quantità di zucchero, leggerissimamente eccessiva per i miei gusti), ed il risultato come dicevo è stato semplicemente perfetto. Tanto da meritarsi la nomea di miglior sbrisolona fatta in casa del circondario, basta evitare di dire che non contiene uova, burro o glutine se non dopo un primo assaggio ;)

La ricetta è di una semplicità disarmante, tranquillamente fattibile a mano anche se io ho utilizzato la planetaria.
Raccomando solo particolare attenzione nella creazione dell'emulsione con latte e olio: questo procedimento serve per evitare che olio e zucchero si respingano, consentendo di ottenere un risultato decisamente migliore, meno croccante (talvolta il rischio è proprio quello di far "friggere" il dolce) e più friabile. E, per questa operazione, il frullatore ad immersione è d'obbligo ;)

A casa mia la sbrisolona si è sempre servita tiepida e bagnata con un bicchierino di grappa, ma viste le temperature sorvolerei... al limite accompagnatela un bicchiere di recioto, se apprezzate, ma anche no ;)
Ed attenzione: non va assolutamente tagliata ma rigorosamente spezzata, si da un colpetto col pugno proprio nel mezzo et voilà, le porzioni sono fatte!



Sbrisolona all'olio
e farina di riso


Ingredienti per due sbrisolone, una da 28 e una da 20 cm:

  • 50 gr di latte di soia al naturale, non dolcificato
  • 200 gr di olio di riso o di mais
  • 160 gr di zucchero di canna
  • la scorza di 1 limone, grattugiata
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia fatto in casa (o i semi di una stecca di vaniglia)
  • 350 gr di farina di riso
  • 50 gr di farina di mais fioretto
  • 50 gr di farina di mais bramata
  • 120 gr di mandorle non spellate, tritate grossolanamente
  • 5 gr di lievito per dolci non aromatizzato
  • 60 gr di acqua fredda
  • mandorle non spellate, per decorare

Mettere il latte di soia nel bicchiere alto del frullatore ad immersione ed inziare a far girare le lame.

Iniziare ad aggiungere l’olio un cucchiaio alla volta, a filo, prestando attenzione sopratutto all’inizio e continuando a frullare muovendo il minipimer dal basso verso l’alto e viceversa.
Tra un’aggiunta e l’altra lasciar passare qualche secondo in modo da emulsionare per bene il tutto.

Man mano che il composto si addensa si può andare sempre meno cauti nell'aggiunta di olio; verso la fine si farà un po' di fatica ad incorporarlo visto che l'emulsione diventerà molto soda.

Il risultato dovrebbe essere simile a questo:
Emulsione

Travasare l'emulsione nella ciotola della planetaria, aggiungere lo zucchero, l'estratto di vaniglia, la buccia di limone e il sale, quindi lavorare con la frusta a K fino a ridurre il tutto ad una crema omogenea.

Aggiungere le farine (bramata, fioretto e di riso) setacciate con il lievito e sabbiare.

Aggiungere l'acqua e far girare le fruste fino ad ottenere un impasto bricioloso.

Distribuire le briciole in due tortiere (una da 28 e l'altra da 20 cm di diametro) e pressarle molto leggermente. 
Decorare la superficie con delle mandorle intere ed infornare a 180º per circa 45/50 minuti.


Visualizza la versione stampabile della ricetta  

Le ricette con le mandorle su KBK:
Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog. Lo puoi ricevere anche tramite mail!



32 commenti:

  1. Wowwww, posso farla anch'ioooo :D

    RispondiElimina
  2. che meraviglia! grassa che più grassa non si può!

    RispondiElimina
  3. Questa ricetta è sorprendente!
    Segnata :-)

    Dora

    RispondiElimina
  4. Non so chi sia più geniale, tu o Montersino...Beh annirazione a mille x te cara!:)

    RispondiElimina
  5. dimenticavo! ma che latte di soia usi? mi pare lo stesso procedimento della maionese di soia però a me non viene mai, aggiungo e aggiungo olio eppure non monta...non monta!! solo alcune marche di latte montano, che ovviamente non ricordo...!

    RispondiElimina
  6. Fantastica! non aggiungo altro!

    RispondiElimina
  7. Grazie a tutti!

    @Vale, non sapevo avessi problemi col glutine!

    @Valeria, diciamo che ha un contenuto di grassi molto simile a quella della pasticceria tradizionale ;)
    Riguardo al latte... onestamente cambio a seconda delle offerte, mi montano tutte! Anche quello della lidl o dell'eurospin, per dire. Però all'inizio ho avuto qualche difficoltà, anche a me a volte veniva ed altre no, inspiegabilmente. Ho riutilizzato anche le stesse marche di allora ed ora mi viene sempre, ho il dubbio che sia solo una questione di pratica. Quelle pochissime volte che non mi viene è perché mi scivola troppo olio all'inizio (chiamasi mani di ricotta ;), in questo caso non essendosi ancora creato un legame abbastanza stabile le lecitine contenute nel latte non riescono a legare altro olio. All'inizio ne va aggiunto proprio poco e a filo, poi quando è ben lavorato si può proseguire sempre a filo e solo quando inizia ad essere discretamente densa ci si può andare giù un po' più pesante con l'aggiunta di olio... come per la maionese tradizionale, insomma ^_^
    Ricordo che all'inizio una cosa che mi aiutava molto era quella di avere latte ed olio entrambi a temperatura ambiente, hai provato? Ora non ho grossi problemi anche se il latte è da frigo, ma le prime volte ricordo disastri!

    @Saretta, mo' non esageriamo... ma grazie ^_^

    RispondiElimina
  8. Che spettacolo, è la ricetta che cercavo per fare questa torta senza burro! Grazie!!!

    RispondiElimina
  9. Una super super sbrisolona ^_^

    RispondiElimina
  10. ...una sbriciolosa così non l'ho mai vista. Diciamo che è uno di quei dolci che non preparo ma vista la tua ricetta mi cimenterò...:-)

    RispondiElimina
  11. semplicemente stupenda, sono davvero curiosa di assaggiarla. scommetto che rispoetto alla classica è altrettanto buona!

    RispondiElimina
  12. Cavolo a vederla è perfetta...Io sono poco esperta di cucina vegana, però voglio imparare e questa sbrisolona mi pare un modo perfetto percominciare! La texture di quell'emulsione di olio e latet di soia è bellissima! Grazie della ricetta...;) Martina

    RispondiElimina
  13. bona!!!!:D e mi hai aperto un mondo con questa storia del burrolì!! data la mia intolleranza vivo di margarina!

    RispondiElimina
  14. ma che magia è questa!!?? mi trasformi l'olio in burro @______@ ............
    un pezzetto con goccetto di recioto please!!!

    RispondiElimina
  15. Veramente è geniale, Alice! Ci proverò con il latte di soia e l'olio. Mi piace tantissimo che non c'è il burro e l'uovo se anche non sono vegan (vorrei tanto esserla ma mi piace tantissimo il pesce!). Quel famoso "cheescake" al labna era per il mio marito;)

    Bacione e grazie mille per un'altra splendida ricetta.

    RispondiElimina
  16. Dimenticavo: io la bagnerò con il Ramandolo. Già immagino che buono sarà!

    RispondiElimina
  17. quella palettata bianca è poesia, la voglio ottenere anche io così!! bella bella, bòna la sbrisolona!

    RispondiElimina
  18. Ciao, scusa l’intrusione ma volevo solo dirti che ho aggiunto il link al tuo blog sul mio nuovo blog antispecista: http://le-lenti.blogspot.com/ (e’ un po’ spammatorio, me ne rendo conto e me ne scuso!). A presto!

    RispondiElimina
  19. le ho appena infornate^^ grazie Azabel, non infornavo qualcosa di così vegan, calorico e godurioso da molto tempo ormai :D (l'impasto ha rischiato di non finirci proprio nella teglia!)

    ho usato latte di soia aromatizzato e mi è venuta comunque l'emulsione, anzi ho dovuto farne due perché ad un certo punto non incorporava più olio talmente era solida!

    RispondiElimina
  20. ...che bella ricetta la proverò al più presto!

    RispondiElimina
  21. super geniale, i piace tantissimo quell'emulsione e della sbrisolona sono fan per cui stampo e faccio!!!

    Buona giornata!

    RispondiElimina
  22. Grazie a tutti! :))

    @Ramona, prova, è facile e buonissima!

    @Alice, direi di si ^_^

    @Martina, non serve essere esperti... a parte i dolci magari ti capiterà già di cucinare "vegan", solo che non lo sai perché ovviamente non ci fai caso ^_^

    @Rebecca, nemmeno io uso burro, mai, ma non per questo vivo di margarina :D Nella maggior parte dei casi se ne può fare a meno, i casi in cui è veramente necessaria sono talmente pochi... basta cambiare il modo di pensare la cucina, sul serio. Provaci, e vedrai che non è così difficile :)

    @Marta, la prossima volta te ne porto un pezzetto, il recioto però lo metti tu :P

    @Oxana, tutto quello che mangio io lo puoi mangiare anche tu, è solo un ampliare i proprio orizzonti, non credi? ^_^ Il ramandolo non so proprio cosa sia, vado a googolare :))

    @Juls, prova che è fa-ci-lis-si-mo!

    @A, figurati, mi fa piacere :)

    @Bestia, mi dai una buona notizia :) Io i latti aromatizzati non li uso mai mai mai, al limite preferisco aromatizzare da me e quindi non avevo mai provato, ma mi hanno chiesto in molti se funziona lo stesso. Se ripassi di qui ti va di dirmi cosa hai usato, esattamente? Per capire se funziona con tutti o solo in casi particolari, penso a quelli che contengono calcio :)
    Per l'emulsione dura, vuol dire che ti è venuta benissimo, bravo! (o brava? Non l'ho mica capito, scusa ^_^) Non ho capito cosa hai fatto, in che senso ne hai fatto due? La prossima volta fai così: quando non riesci più ad incorporare l'olio tira fuori dal bicchiere del minipimer l'emulsione, versa l'olio rimanente e ricomincia a far girare le lame, vedrai che non avrai problemi: è solo che è così difficile spiegare per bene come fare, scrivendo, ma basta veramente solo un po' di pratica, la prossima volta sarà ancora più facile perché saprai come reagiscono gli ingredienti :)
    Uh, comunque... spero ti sia piaciuta :)

    @Cookingmesoftly, Patrizia, fatemi sapere :)

    RispondiElimina
  23. Provata. E' stupenda! ottima anche con la sostituzione di sciroppo d'acero al posto dello zucchero e niente acqua. A prova di onnivoro!!!!

    RispondiElimina
  24. Ciao! vorrei fare questa torta, ma non ho il ken!! posso farla lo stesso? c'è qualche accortezza particolare?
    grazie
    Nina

    RispondiElimina
  25. Nessun problema: prima di tutto puoi usare un qualsiasi mixer, ma se non lo possiedi puoi farlo tranquillamente a mano. Magari evita di maneggiarlo troppo, ma l'unica cosa a cui prestare attenzione è la consistenza finale: non devi ottenere un impasto omogeneo come una frolla, ma tanti bricioloni :)

    @Elena, non avevo visto il tuo commento... me felice :))))

    RispondiElimina
  26. bellissima :))! complimentiiiii :D!!ti seguirò perchè sei bravissima :)!

    RispondiElimina
  27. Ciao a tutti! Mi chiamo Elisa, ho provato a fare emulsione olio e latte di soia (ho usato quello che produco a casa) ma all'aggiunta degli ultimi 50g di olio si è smontato tutto!come mia?cosa ho sbagliato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisa!
      L'unica cosa che mi viene in mente è che tu l'abbia aggiunto tutto in una volta, o comunque troppo tutto assieme, può essere?
      Sinceramente non ho mai provato a fare l'emulsione con il latte fatto in casa: potrebbe anche essere questione di scarsa concentrazione, chissà. Anche tra un latte comprato e l'altro i valori nutrizionali cambiano notevolmente e rispondono in modo leggermente diverso, questa potrebbe essere un'altra delle possibili cause. Hai mai provato a farla con il latte comprato?

      Elimina
  28. Mannaggia!L'ho digitato su google,ma proprio non ci speravo.."sbrisolona senza burro"..già pensavo, figurati se si può fare una torta che prevede burro e strutto negli ingredienti! Ed è capitato il tuo blog! Ma lo scopro apparentemente in un momento di pausa di riflessione? O di abbandono? Spero di no,perché ho una domanda per te: come posso usare il sistema olio+latte per sostituire il burro?Cioè, se ho una ricetta che prevede 150gr di burro, come mi regolo?Hai mai provato a farci la frolla con questo sistema?(e le domande sono 2,vedi,mi allargo subito!^^)
    Ciao e complimenti per il blog!
    Susanna

    RispondiElimina